Cari colleghi,

oggi 7 maggio 2020 saremmo stati insieme, avremmo passato una intera giornata insieme, nella cornice del Prato Film Festival, parlando di cinema, di audiovisivo, della nostra regione, dell’attività di CNA Cinema e Audiovisivo Toscana.

Invece l’emergenza sanitaria, la tragica e drastica forzata chiusura di ogni attività sembra volerci togliere insieme al presente anche il nostro possibile futuro.

Questa la ragione che mi spinge a scrivervi e a chiedere oggi più che mai il vostro contributo, la vostra vicinanza. Fare squadra insieme con CNA per rappresentare ed essere sempre più rappresentativi del nostro settore. Settore che sta vivendo in un pericoloso paradosso! L’aumento della richiesta e della fruizione di contenuti audiovisivi, infatti, potrebbe non coincidere con una effettiva possibilità di sviluppo della produzione regionale e nazionale. Ecco quindi che la sezione regionale e il direttivo continua il proprio lavoro, portando avanti tutte le istanze necessarie.

Di seguito vi elenchiamo le azioni che abbiamo sostenuto:

–  Partecipazione ai tavoli nazionali del MIBACT per interventi sulla Legge Cinema che hanno riguardato alcune modifiche utili a superare l’emergenza e riguardano sblocco TAX CREDIT, FONDI SELETTIVI 2019, AUTOMATICI 2017/2018;
–  Partecipazione al tavolo MISE/MIBACT sulle quote obbligatorie di programmazione e investimento da parte di Broadcast e Piattaforme su prodotti di Espressione Originale Italiana;
–  Elaborazione del progetto CINEDRIVE per supportare Arene o Drive In nella ripresa estiva della programmazione cinematografica;
–  Elaborazione di proposte per destinare il Fondo Straordinario destinato allo Spettacolo e al Cinema, presente nel Decreto Cura Italia;
–  Sportelli FINART/CNA capaci di supportare le aziende per applicare le richieste di liquidità, con l’agevolazione e il supporto del Fondo Regionale Garanzia Toscana;
–  Elaborazione di un formulario per la valutazione danni delle attività delle aziende toscane, causati dall’emergenza sanitaria e economica.
–  Partecipazione al Tavolo Cultura con Regione Toscana ed elaborazione delle seguenti proposte regionali:

    • la costituzione di un Fondo dedicato allo Sviluppo e alla
      Produzione di prodotti cinematografici e audiovisivi, attingendo se necessario anche dal sistema di risorse POR FESR in sinergia tra Cultura e Sviluppo Economico. Oggi più che mai urgente, non avendo un fondo dedicato come altre regioni d’Italia, destinare un fondo d’emergenza dedicato alla fase di ricostruzione o ripartenza, per sostenere le imprese del territorio che dovranno tornare a produrre in Toscana. Intendiamo per sviluppo cinematografico/audiovisivo la realizzazione della sceneggiatura o del trattamento in caso di documentario (dall’acquisto diritti, alla copertura delle fasi di preparazione e di ricerca) simile al brevetto per altri campi e per produzione la realizzazione del film simile al prototipo in altri settori (cortometraggio, lungometraggio, documentario, episodio pilota). Si precisa che il Fondo deve insistere in prima battuta e/o essere premiale per quelle aziende con sede legale e/o operativa sul territorio regionale;
    • la costituzione di un fondo automatico in cash rebate, o il potenziamento del fondo incoming già utilizzato da Toscana Film Commission in anni passati, che funziona a rimborso in percentuale a valere sulle spese sostenute sul territorio regionale. Questo per attrarre investimenti sul nostro territorio.
    • salvaguardare il progetto delle Manifatture Digitali immaginando nuove risorse se necessario per continuare e aumentare l’attività di promozione e formazione del cinema e dell’audiovisivo, coinvolgendo le aziende stesse sul territorio.
    • promuovere un fondo emergenza o potenziare il fondo innovazione tecnologica in maniera da permettere, principalmente all’esercizio cinematografico, ma non solo, di utilizzare i prossimi mesi per la ricostruzione, permettendo quindi ristrutturazione, ammodernamento delle sale di proiezione, laboratori, uffici, materiali tecnici, così come alla creazione di piattaforme digitali per la promozione o la vendita online (eticket, sala virtuale, etc…); argomento quest’ultimo della sala virtuale che può diventare un ponte per il futuro, anche digitale, dell’esercizio cinematografico.
    • potenziare il fondo regionale dedicato all’esercizio e alla programmazione di qualità, così come previsto nell’attuale normativa per le sale tradizionali, premiando la diffusione di prodotti realizzati da aziende toscane o che promuovono il territorio toscano;
    • sostenere i Festival che hanno una tradizione documentata sul territorio regionale, anche quelli che non riusciranno a realizzare l’edizione 2020, mantenendo i contributi ordinari e immaginando una deroga sulle rendicontazioni per coloro che svolgeranno il festival on line.
    • Inserire e/o rendere più accessibili tutti quei fondi già operativi (es.
      internazionalizzazione, Innovazione, etc…) ai codici ateco delle
      nostre aziende 59.1.
    • Prevedere un bonus promozione turistica destinato a tutte le imprese toscane per contribuire alla realizzazione delle loro campagne promozionali (pubblicità), e permettere così di raccontare la ripartenza, dalla promozione dei prodotti locali a quella del territorio. Questo bonus dovrebbe coprire economicamente come incentivo o credito d’imposta il costo dello spot nelle varie forme video e/o grafica.
    • Bonus Formazione Cultura per sostenere le numerose scuole di formazione cinematografica, in particolare aiutare tutti gli studenti che perdendo mesi di lezione rischiano di abbandonare l’anno scolastico o il corso di specializzazione, contribuendo a pagare la retta corrispondente ai mesi di blocco causa emergenza.
    • Proroga scadenza rendicontazione (12 mesi) di contributi pubblici regionali e contestuale garanzia che il sistema dell’erogazione fondi pubblici in essere (là dove possibile procedere con la rendicontazione) possa proseguire anche da remoto.
      Infine, in collaborazione con MyMovies stiamo preparando un progetto #iorestoacasa per dare gratuitamente disponibili online per pochi giorni alcuni contenuti toscani.
      Per questo e altri mille argomenti o progetti da realizzare insieme chiediamo quindi il tuo coinvolgimento e per questo ti chiediamo se puoi di iscriverti a CNA.
      Qui sotto trovate i riferimenti dei colleghi che a livello territoriale seguono il raggruppamento Cna Cinema e Audiovisivo; contattate il collega della vostra provincia di appartenenza e vi darà ogni informazione utile per aderire a CNA:

CNA Arezzo – Barbara Bennati Via Carlo Donat Cattin, 129 52100 – Arezzo
tel. 0575 329227 barbara.bennati@cna.arezzo.it

CNA Firenze – Anna Dedato Via Luigi Alamanni, 31
50123 Firenze (FI)
Tel. 0552651576 adedato@firenze.cna.it

CNA Livorno – Ilaria Niccolini Via Martin Luther King, 15 57128 Livorno
Tel.: 0586 267224 ilaria.niccolini@cnalivorno.it

CNA Lucca – Stephano Tesi Via Romana n.615/P
55100 Lucca
Tel. 0583 4301114 tesi@cnalucca.it

CNA Pisa – Barbara Carli
Via Giosuè Carducci, 39 – San Giuliano Terme (PI) Tel. 050 876544
carli@cnapisa.it

Cna Toscana Centro (Prato e Pistoia) – Cinzia Grassi e Giada Lenzi Sede direzionale
Via Perlasca 41 – 59100 Prato

Tel. 0574 578532
Tel. 0573 578502 cinzia.grassi@cnatoscanacentro.it giada.lenzi@cnatoscanacentro.it

CNA Siena – Mauro Vestri Via S.Martini, 18 – 53100 Siena Tel: 0577 260606 mauro.vestri@cnasiena.it

Con la speranza di poterci presto incontrare, vi invio i miei migliori saluti.

Il Portavoce CNA Cinema e Audiovisivo Toscana

Emanuele NESPECA